“Tutta la verità su Ruth Malone” di Emma Flint (Piemme)

“Si legge d’un fiato”, dice la quarta di copertina. Verissimo. “Fa battere il cuore”. Mica tanto. Non è un thriller di quelli con colpi di scena e, appunto, batticuori. Però è una lettura gradevolissima (be’, l’argomento è meno gradevole, ovvio, sono stati uccisi due bambini) fatta di scrittura curata e scorrevole, di sensibilità e di sobrietà.

New York, 1965. Ruth, una ventiseienne bella e sensuale, è odiata dalle vicine di casa. Perché? Be’, perché loro si aggirano in vestagliette e bigodini, meste e rancorose verso la propria vita. Ruth invece splende. Splende di luce propria, perché non avrebbe, a ben guardare, grandi motivi per luccicare così. Ma quel po’ di luce che emana, soprattutto quel sex appeal incredibile, disturba la società dell’epoca. (Non che adesso si sia molto più aperti, ma lasciamo perdere).

Fino al punto da. Niente. Non posso dirvelo.

Mi è piaciuto. Il finale un po’ meno, perché è, come si dice, un po’ tirato via.

Però leggete questa autrice esordiente, è brava. Tutta la verità su Ruth Malone è perfetto per le domeniche pomeriggio un po’ pigre e pigiamate. Mi raccomando, almeno voi, niente bigodini. 😉

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...