“La ballata di Adam Henry” di Ian McEwan (Einaudi)

McEwan mi piace. L’inventore di sogni, Espiazione, Chesil Beach, Miele, ma soprattutto (soprattuttissimo)  Nel guscio Il giardino di cemento mi sono piaciuti. Così, siccome de La ballata di Adam Henry sta uscendo il film (Il verdetto), mi son detta: lo leggo. Così poi posso dire che il film è meno bello del libro, come da tradizione. 😛

Un bel romanzo, molto, per quanto riguarda il suo cuore, cioè il rapporto tra il giudice Fiona e Adam, il ragazzo malato che ha bisogno di una trasfusione di sangue ma è un Testimone di Geova e quindi secondo la sua fede non può accettarla.  Quella parte è veramente bellissima, ricca di sensibilità e intuizioni ed emozioni. Anche la parte che racconta del matrimonio in crisi di Fiona è pregevole. Il contorno, diciamo, l’ho trovato invece un po’ pedantuccio e noiosetto, come McEwan ogni tanto sa essere.

Forse nel film le parti pedantucce e noiosette non le sceneggeranno, così per una volta potrò dire: meglio il film. Chissà.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...