“Matrigna” di Teresa Ciabatti (Solferino)

Teresa Ciabatti è un’autrice che apprezzo (La più amata mi era piaciuto molto). Il titolo, Matrigna, mi ha incuriosito, essendo io una matrigna (ma buona, come precisano le mie figliastre). Quindi non potevo non comprarlo. Ieri mattina l’ho portato a casa, ieri notte ho finito di leggerlo.

Mi è piaciuto. La più amata, di cui questo riprende alcuni temi, l’ho preferito perché in certi punti era davvero odioso, e per essere odiosi ci vuole coraggio.

Comunque. È un bel romanzo, intelligente, molto ben scritto, con un’idea forte. Un po’ nebuloso, questo sì, la trama non è chiarissima, tra salti temporali e vaghezze, ma è anche il suo bello.

Si legge con piacere, con interesse, è morboso quanto basta.

Consigliato? Consigliato.

Annunci

3 risposte a "“Matrigna” di Teresa Ciabatti (Solferino)"

  1. Piccola nota lessicale (e polemica) a margine: in francese esiste il termine per designare in modo neutro la “matrigna” ed è belle-mère, che traduce anche suocera; in inglese step-mother.
    In italiano, la parola medesima contiene un giudizio di valore (negativo). Strano.

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...