“Le persiane verdi” di George Simenon (Adelphi) e, sorprendentemente, “Asimmetria” di Lisa Halliday (Feltrinelli)

Ma tu guarda. Due romanzi letti uno dietro l’altro, con tante coincidenze. Coincidenza uno: i protagonisti sono entrambi vecchi, famosi, malati di cuore. Coincidenza due: stanno con donne infinitamente più giovani di loro, deliziose e accudenti. Coincidenza tre: le donne si chiamano entrambe Alice. Coincidenza quattro: tutti e due i libri mi hanno deluso molto.

Da Simenon non me l’aspettavo, è uno di quegli autori che riesce sempre a stregarmi, con quelle sue atmosfere umide, grigie, morbose. E invece questa volta mi ha annoiato. Ma tanto, eh. Addirittura da farmi dire: okay, adesso vado in libreria e mi compro un libro che sicuramente mi piacerà, ne voglio uno più fresco, più attuale. Fresco è fresco, Asimmetria, attuale anche, ma non mi è piaciuto un granché. Ne avevo sentito parlare molto bene, anzi benissimo, per quello l’ho preso. Incauta consumatrice. È scritto con cura, questo sì, e con uno stile interessante, ma con un sentore di corso di Scrittura Creativa terminato due minuti prima. E va be’. L’autrice poi ha quel vizio, comune a molti autori, specie americani, di specificare sempre la marca di ogni oggetto. E l’aranciata Pinco Pallo, e il dentifricio Pinco Pallino, e le sedie Pinco Cheppalle. Magari, per chi vive a New York, queste informazioni sono utili per inquadrare un personaggio o una situazione, chissà. Ma per me che abito a Milano sono soltanto noiose. E poi ancora: la storia che la Halliday racconta sarebbe anche interessante e ben scritta, al vecchio Ezra, il protagonista maschile, ci si affeziona un sacco. Peccato che, appena scatta l’affezione, pum, la storia finisce e ne attacca un’altra. Asimmetrica senz’altro, per carità, ma allora ditelo che sono due romanzi brevi messi insieme.

Insomma, uffa. Adesso mi rileggo Calvino, così mi passa il nervoso.

2 risposte a "“Le persiane verdi” di George Simenon (Adelphi) e, sorprendentemente, “Asimmetria” di Lisa Halliday (Feltrinelli)"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...